Iran: Repubblica islamica per soli uomini, fuori l’unica donna ministro di sempre


E’ stata costretta a dimettersi l’unica donna ministro in Iran, Marziyeh Vahid Dastjerdi. Titolare del dicastero della Salute, Vahid Dastjerdi è stata l’unica donna ministro negli oltre 30 anni di storia della Repubblica islamica degli ……….. La notizia è stata riferita dalla televisione di Stato e i motivi della decisione presa dal presidente iraniano Mahmoud Ahamdinejad non sono ancora chiari.
Secondo alcune fonti le dimissioni sono comunque da collegare a sue dichiarazioni sui prezzi delle medicine. Il ministro aveva infatti affermato che a causa dei tassi di scambio delle valute un aumento del prezzo dei farmaci sarebbe stato inevitabile.
La questione è legata a doppio filo alle sanzioni imposte sull’Iran dalla comunità internazionale per il suo programma nucleare. Sebbene le sanzioni non riguardino i farmaci esse hanno comunque conseguenze su tutti gli aspetti e gli ambiti della vita sociale ed economica dell’Iran, compresi quindi i farmaci che sono prevalentemente importati dall’estero.
Le dichiarazioni fatte da Vahid Dastjerdi potrebbero essere state considerate come un “j’accuse” intollerabile per il governo di Ahmadinejad che continua a parlare di un paese perfettamente in grado di resistere a pressioni e sanzioni internazionali.
In un intervento televisivo Ahmadinejad ha detto che il ministero della Salute ha fondi sufficienti per evitare aumenti del costo dei farmaci. Il posto della Vahid Dastjerdi è stato preso da un uomo, Mohammad Hassan Tariqat Monfared.
Nata a Teheran nel 1959, Marziyeh Vahid Dastjerdi è una docente universitaria ed ex parlamentare. E’ stata la prima donna ministro della Repubblica islamica e la terza in assoluto dell’Iran. Era stata nominata ministro del settembre 2009.
fonte:atlasweb.it

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*