Accordo sul nuovo oleodotto tra Iraq e Giordania


Ora l’impegno è ufficiale. Il premier di Amman, Samir al-Refai, ha confermato ieri nel corso della sua visita a Baghdad la costruzione dell’oleodotto tra Iraq e Giordania. Durante il vertice con il capo del governo iracheno, Nouri al-Maliki, è stato siglato l’accordo per la realizzazione dell’infrastruttura, che porterà il petrolio estratto in Kurdistan alla raffineria giordana di Zarqa. Amman importa dall’Iraq 240mila barili di greggio al mese, ovvero il 10% del fabbisogno nazionale. Attualmente il trasporto della materia prima è possibile grazie all’utilizzo di camion cisterna. L’accordo sul petrolio tra i due paesi risale al 2006, ma per lungo tempo è rimasto inapplicato a causa dell’instabilità irachena. Al termine dell’incontro al-Refai e al-Maliki hanno tenuto una conferenza stampa, in cui hanno spiegato i termini della nuova intesa, che tra l’altro prevede lo scambio di prigionieri e la cancellazione di parte del debito iracheno verso la Giordania.
FocusMO
 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*