Con i guerrieri Peshmerga sulla linea di fuoco dell’Isis


Ai check-point attorno a Mosul: “Usano i vecchi come scudi umani”
Una pattuglia di Peshmerga si aggira a bordi di un pick-up tra le stradine polverose costellate da minareti e campanili. I «guerrieri che seguono la morte» sono armati con fucili d’assalto, e hanno i volti coperti …… da passamontagna ed elmetti. «Attenzione, quello potrebbe essere il punto di non ritorno», ci dicono indicando verso sud. Siamo a Tell Kayf, dal Kurdistan abbiamo varcato il confine immaginario con l’Iraq, spingendoci nella zona di Ninive, una di quelle più interessate dalle scorriband…continua La stampa

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*