Turchia: Tensione in Kurdistan, vietata marcia per Ocalan


Improvvisa impennata di tensione a Diyarbakir, la capitale del Kurdistan turco, dove sabato e’ prevista una marcia per chiedere la liberazione del leader del Pkk Abdullah Ocalan, dopo che il governatore…….. della provincia ha annunciato di avere deciso di non autorizzare la manifestazione.
Il partito curdo Bdp, rappresentato nel parlamento di Ankara, uno degli organizzatori della manifestazione, ha annunciato che non rispettera’ il divieto, riferisce la stampa turca. ”E’ illegittimo vietare la marcia, il nostro popolo non accettera’ il divieto” ha affermato il vicepresidente Bdp Aysel Tugluk. Il presidente del partito Selahattin Demirtas ha precisato che il Bdp sabato sara’ a Piazza della Stazione a Diyarbakir, dove e’ prevista la concentrazione. Secondo il governatore di Diyarbakir la manifestazione servirebbe a fare ”propaganda per una organizzazione terroristica”, il Pkk. Abdullah Ocalan, 64 anni, detto ‘Apo’, leader del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (Pkk), il gruppo armato separatista in lotta da 30 anni contro lo stato turco, e’ stato condannato a morte nel 1999, una pena poi commutata in prigione a vita. E’ detenuto nell’isola carcere di Imrali. Diversi dirigenti curdi hanno chiesto gli vengano concessi gli arresti domiciliari in vista dell’avvio di un possibile processo di pace con lo stato turco. Una richiesta formulata nei giorni scorsi dalla ‘pasionaria’ curda Leyla Zapa in un colloquio ad Ankara con il premier islamico nazionalista turco Recep Tayyip Erdogan.(ANSAmed).

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*