Iraq: rinviata conferenza riconciliazione sciiti-sunniti


È stata rinviata a data da destinarsi una conferenza nazionale tra i partiti iracheni che era in programma domani per cercare una soluzione alle tensioni che dividono gli schieramenti sciita e sunnita a partire dal ritiro delle ultime truppe americane, nel dicembre scorso….. Lo ha detto oggi il presidente del Parlamento, Osama al Nujaify, sottolineando che il rinvio si è reso necessario a causa dei profondi dissidi ancora esistenti tra le parti.
“Tenere la conferenza in queste circostanze creerebbe problemi ancora più gravi”, ha sottolineato al Nujaify, facendo appello ai partiti perché “discutano con calma i loro problemi senza lanciarsi accuse attraverso i media”.
La crisi ha messo in discussione la tenuta di un governo di unità nazionale tra sciiti e sunniti in carica dal dicembre 2010. Tra dicembre e gennaio scorsi lo schieramento sunnita-laico al Iraqiya è arrivato a boicottare le sedute dell’esecutivo e del Parlamento, accusando il premier sciita Nuri al Maliki di metodi dittatoriali.
La crisi si è aggravata con un mandato di arresto spiccato dalla magistratura contro il vice presidente sunnita Tareq al Hashemi, appartenente a al Iraqiya, accusato di avere organizzato una sua milizia privata per compiere atti di terrorismo. Hashemi, che da dicembre si era rifugiato nella regione autonoma del Kurdistan iracheno, è espatriato domenica scorsa per raggiungere il Qatar.
ATS

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*