Kurdistan : urla nel silenzio


di Shorsh Surme

Una violenta scossa di terremoto di magnitudo 7.2, nel pomeriggio di domenica ha colpito la città curda di Van nel Kurdistan della Turchia, provocando 344 morti e più di 1500 feriti. La popolazione è sotto shock per quello che hanno vissuto e il bilancio delle vittime si aggrava ora dopo ora……. Nonostante la generosa offerta di aiuto da parte della comunità internazionale, il governo di Ankara è molto restio ad accettare questi aiuti, perché si sa che la zona colpita del sisma è la zona curda, una regione aspra e montagnosa in cui solo due giorno prima dello spaventoso terremoto si combatteva tra l’esercito e il partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk).
Nel 1976, un sisma sempre nella provincia di Van uccise più di 3.800 persone. Anche allora i generali turchi proibivano a qualsiasi operatore umanitario di metter piede in quella zona.
Ma la cosa che mi ha colpito di più sono stati giornali e telegiornali in occidente in generale e in Italia in particolare, che per due giorni hanno continuato a dire e scrivere che è venuto un terremoto nel Nord Est della Turchia.
Quel Nord est ha un nome e si chiama Kurdistan del Nord o Kurdistan della Turchia.
Capisco che ancora oggi nel 2011 al terzo mellenio la parola “Kurdistan” faccia paura alla Turchia, ma in Occidente?
 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*