Le Nazioni Unite finanziano 3 centrali idroelettriche nel Kurdistan iracheno


L’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale (Unido) affiancherà il governo autonomo del Kurdistan nella costruzione di nuove infrastrutture energetiche. Secondo il consulente dell’esecutivo regionale, Hamad-Amin Hawrami, l’Unido finanzierà il 75% dei 12milioni di dollari necessari alla realizzazione di 3 impianti per la produzione di energia idroelettrica. L’altro 25% sarà messo a disposizione dal governo locale. I tre interventi saranno realizzati a Chamanke nella provincia di Dohuk, sul fiume Choman nel governatorato di Erbil e nei pressi del villaggio di Balak nel territorio di Sulaimaniya. I primi due impianti avranno una potenza di 1MegaWatt e il terzo di 800KiloWatt. Le tre centrali serviranno una zona ancora oggi tagliata fuori dalla rete nazionale. I generatori potrebbero essere in funzione già entro 3 mesi. Un volta a regime, i piccoli impianti consentiranno al Kurdistan di sospendere le importazioni di energia elettrica da Iran e Turchia.
Fonte:FocusMO

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*