Pervin Buldan: Siamo pronti per le elezioni anticipate

UikiOnlus —– La co-presidente di HDP, l’opposizione filo-curda della Turchia, Pervin Buldan, ha valutato il 2021 affermando: “È stato un anno di crescenti attacchi contro i curdi”. Pervin Buldan, co-presidente del Partito democratico dei popoli (HDP) ha condiviso le sue prospettive con legenzia stampa Jin News riguardo al ruolo di HDP nella lotta democratica e sui diversi problemi affrontati in Turchia. Ha parlato del 2021 e lo ha definito “Un anno di crescente oppressione contro i curdi e una continua lotta contro di essa”.

“Il 2021 è diventato un anno di crescenti attacchi contro i curdi da parte del governo del Partito della giustizia e dello sviluppo (AKP) e dei continui diversi metodi per liquidare i curdi e spingere i curdi fuori dalla politica democratica”. Lo ha affermato Pervin Buldan aggiungendo:

“Con lo scoppio della pandemia, le municipalità e i politici di HDP sono stati sotto pressione perché la pandemia viene utilizzata come un’opportunità o una scusa per reprimere la politica democratica con funzionari nominati dal governo non eletti nelle municipalità amministrate da HDP”.

Ha ricordato gli eventi importanti avvenuti nel 2021.

“Sappiamo tutti molto bene che in Turchia non c’è giustizia. Tutto questo s è manifestato con eventi concreti. Ad esempio, la famiglia di Emine Şenyaşar, il decimo anniversario di Roboski, le violazioni dei diritti nelle carceri, la morte dei detenuti malati. Tutti questi esempi mostrano chiaramente che non c’è giustizia in Turchia”.

Pervin Buldan ha osservato che la richiesta di giustizia per i curdi non dovrebbe provenire solo da HDP e dal popolo curdo. Ha parlato dell’isolamento del leader del Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK) Abdullah Öcalan, tenuto in isolamento nella prigione di İmralı dal 1999, e ha anche parlato delle violazioni dei diritti nelle carceri turche. “C’è una grande rabbia nella società. L’isolamento dovrebbe essere considerato come un problema che è iniziato specificamente nella prigione di Imralı ma che ora si è diffuso ad altre carceri e all’intera società. Anche le leggi varate in Turchia vengono ignorate dal governo stesso. ”

Ha affermato che l’isolamento non è limitato alla sola prigione dell’isola di İmralı, ma si è diffuso a tutta la società. “Questo è solo nel carcere di İmralı per ora, ma è diventato diffuso e approfondito. L’isolamento è una violazione. In altre parole, lasciare una persona sola senza alcuna comunicazione è un crimine contro i diritti umani.

È una violazione», afferma aggiungendo: “Mentre queste sanzioni vengono imposte al signor Öcalan e ad altri detenuti nella prigione di İmralı, il governo dell’AKP infrange le proprie leggi”.

Secondo lei questo provoca un oltraggio nella società.

“Diciamo sempre che questo isolamento deve finire immediatamente. L’isolamento è un crimine contro i diritti umani e questo crimine è commesso dalla Turchia. Nonostante le denunce di violazione del CPT, gli avvocati ei familiari non possono visitare la prigione” ha affermato la co-presidente di HDP.

Pervin Buldan ha anche annunciato che loro, in quanto HDP, sono pronti per le elezioni anticipate in Turchia. “Il 2022 sarà molto probabilmente anno di elezioni. Come HDP siamo pronti per le elezioni in ogni modo”.

Ha definito la “terza via” come un modo democratico e alternativo per formare un’alleanza democratica per salvare il paese dall’oscurità. “I popoli della Turchia decideranno per un futuro democratico o per un futuro oscuro. Se il governo dell’AKP otterrà lo stesso risultato dalle elezioni, sarà molto peggio di adesso. Ecco perché i popoli della Turchia devono scegliere un futuro democratico. Quando diciamo alleanza democratica, miriamo a entrare in parlamento in modo più potente con più seggi e con più diversità. Ad esempio, oggi ci sono molti segmenti diversi che non fanno parte di HDP. Per includere questi diversi segmenti con noi, questo è ciò che chiamiamo la terza via”.

Pervin Buldan ha concluso che l’obiettivo di HDP è ottenere la maggioranza in parlamento includendo i segmenti più diversi, più pluralistici e più colorati della società. “Pertanto, questo è ciò che chiamiamo l’alleanza democratica”.

Fonte: http://uikionlus.org/pervin-buldan-siamo-pronti-per-le-elezioni-anticipate/