Morto un manifestante curdo ferito in scontri con polizia turca


Diyarbakir: Un manifestante curdo di 25 anni, ferito sabato alla testa nel sud est della Turchia durante scontri con la polizia, è morto in ospedale in seguito alle ferite riportate, riferiscono fonti mediche……….. Bemal Topçu era stato ricoverato a Van, dopo essere stato gravemente colpito alla testa, probabilmente da un granata lacrimogena lanciata dalla polizia antisommossa a Yuksekova, durante una manifestazione di 5.000 persone. La tensione era salita bruscamente venerdì nelle province curde della Turchia dopo al morte di due manifestanti curdi, uccisi a Yüksekova dalla polizia durante tafferugli provocati da voci di distruzione dei cimiteri dove sono sepolti i ribelli curdi del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk). Le autorità turche hanno smentito ufficialmente, ma le tensioni sono sono diminuite. Il Pkk domenica sera ha rapito quattro soldati turchi in abiti civili a Diyarbakir, capoluogo della regione a maggioranza curda, per rilasciarli dopo qualche ora. Ormai da un anno Ankara e il PKK hanno tentato di di negoziare la fine del conflitto curdo, che dal 1984 ha fatto più di 45mila morti. Ma il disgelo è fermo da settembre, quando il Pkk ha sospeso il ritiro dei suoi militanti dalla Turchia per denunciare le promesse non mantenute dal governo. (fonte Afp) AFP
 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*