Al via la missione in Iraq per ottanta imprese edili


ERBIL Ha preso il via oggi la missione imprenditoriale in Iraq organizzata da Promos, Azienda Speciale per le Attività Internazionali della Camera di commercio di Milano, in collaborazione con l’Ufficio consolare ……. dell’Ambasciata Italiana di Baghdad. L’iniziativa, che coinvolge 80 imprese italiane, prevede la partecipazione alla fiera “Project Iraq & Energy Iraq” di Erbil, la più grande manifestazione del paese dedicata ai settori dell’edilizia e dell’energia, e ad incontri b2b mirati con operatori locali. Gli imprenditori presenti potranno inoltre conoscere le opportunità offerte dal mercato attraverso alcuni study tour guidati, in particolare in quei settori nei quali sono particolarmente richiesti i beni, i servizi e l’expertise italiana: ricostruzione ed edilizia. (Red)
SCHEDA / LE OPPORTUNITA’ IN IRAQ
L’Italia costituisce per l’Iraq il primo partner europeo per interscambio commerciale complessivo: nel 2012 ha superato i 3 miliardi di euro, con un trend in continua crescita. Il Kurdistan, in particolare, grazie a condizioni di stabilità e sicurezza migliori che nel resto dell’Iraq, cresce in maniera costante e presenta numerose opportunità per le nostre imprese. Il settore maggiormente in crescita è quello delle costruzioni, seguito da petrolifero, agricoltura e turismo. Export lombardo in Iraq: raddoppia in un anno. Passa dagli 80,4 milioni di euro dei primi sei mesi del 2012 agli oltre 162 milioni di euro dello stesso periodo del 2013 (+102%) che rappresentano il 29% del totale italiano. Le esportazioni sono trainate soprattutto da Milano con circa 86 milioni di euro (53% del totale, +100%) e da Bergamo con 39,2 milioni di euro (24,2%, +132%). Mentre nell’import prevale Mantova con 133 milioni di euro (78,6% del totale, +5,2%). E se il 99,7% delle importazioni è in idrocarburi, l’export si concentra quasi totalmente sui prodotti delle industrie manifatturiere, soprattutto macchinari e apparecchi. Emerge da un’elaborazione della Camera

fonte:9colonie

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*