Siria: curdi preparano ‘intifada’ contro il regime


Il Consiglio nazionale curdo siriano, che raggruppa molte forze curde del Paese, ha diffuso un appello a una ‘intifada curda’ su tutto il territorio nazionale per “porre fine alle pratiche del regime e al suo strapotere”…… Il regime siriano, si legge in una nota firmata dal presidente del Consiglio, Abd al-Hakim Bashar, “ha dichiarato guerra al popolo, perdendo ogni remora politica, morale o umana”, tanto che “gli omicidi quotidiani sono diventati la sua politica sistematica”.
Nelle zone curde, poi, il regime “uccide un numero sempre maggiore di soldati curdi che si rifiutavano di eseguire gli ordini, arrestando giovani e attivisti curdi ed esercitando ogni tipo di pressione per evitare che la rivoluzione si diffonda anche nel Kurdistan siriano”. Di fronte al fallimento di questa tattica, sono iniziati “gli omicidi mirati nei confronti dei leader dei partiti curdi allo scopo di terrorizzare il popolo”, come il tentato omicidio di Nasreddine Barhak, esponente del Partito democratico curdo ‘Barati’.
Alla luce di tutto questo, la risposta da dare al regime “deve essere decisiva”, ha detto Bashar, esortando la gioventù curda a “preparare minuziosamente una sollevazione generale in tutto il Kurdistan siriano, nelle altre zone della Siria in cui vivono i curdi e a livello delle comunità curde all’estero”. La nuova intifada dovrà essere “ancor più forte e organizzata di quella del 2004”, ha aggiunto il leader curdo, con riferimento alle proteste della minoranza curda siriana in quell’anno per rivendicare il riconoscimento dei diritti nazionali e duramente represse dalle autorità di Damasco.
Fonte:AKI
 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*