Kurdistan, slancio delle imprese con l’Ambasciata

(VELINO) – Una media di 150-250 visti al mese, in prevalenza d’affari. Partecipazione a importanti eventi fieristici per la promozione economico-commerciale. Attivita’ culturali e di tutela del patrimonio artistico…….. E’ positivo il bilancio dei primi tre mesi di attivita’ dell’ufficio distaccato a Erbil dell’ambasciata italiana a Baghdad. Sempre di piu’ snodo per rafforzare la presenza di imprese italiane nel Kurdistan iracheno, la struttura assume un’importanza crescente nei rapporti con l’Iraq, in coerenza con gli impegni assunti in occasione della visita a giugno del ministro degli Esteri Franco Frattini, accompagnato da una delegazione di imprenditori. Dalla sede diplomatica a Baghdad sottolineano come l’apertura dell’ufficio abbia “da subito generato significativi vantaggi, consentendo un immediato salto di qualita’ in termini di visibilita’, promozione del sistema Paese, maggiore accesso per le imprese al mercato curdo, e snellimento della gestione delle pratiche consolari”. Una prova del grande interesse per la regione mostrato dal mondo imprenditoriale italiano e’ il numero di visti rilasciati: 150-250 al mese, con procedure che non superano i venti giorni di attesa. Significativo anche il dato relativo alle richieste per l’Italia, con oltre 500 imprese locali che dall’inizio dell’anno si sono rivolte all’ufficio di Erbil per partecipare a importanti fiere nel nostro Paese. Tante infine le iniziative in ambito culturale e di formazione. A tal proposito, sono stati avviati contatti per l’inserimento dell’italiano tra le lingue straniere studiate a livello universitario e finanziamenti per borse di studio per l’Italia. vel .

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*