L’Unione Europea chiede alla Turchia una nuova costituzione che rispetti la libertà di espressione


25 ottobre – Sviluppare una nuova Costituzione che garantisca le libertà democratiche in conformità con le norme dell’Unione Europea. Questo l’appello rivolto alla Turchia dal commissario europeo per l’Allargamento, Stefan Fule. “Una Costituzione civile è il punto di partenza più importante perché la Turchia rafforzi il suo sistema democratico in conformità con le norme della Ue”, ha detto Fule durante una conferenza a Istanbul, secondo quanto riportato dall’agenzia turca Anatolie. Eredità del colpo di stato militare del 1980, l’attuale Costituzione, nonostante le modifiche apportate, è stata bersaglio di critiche poiché considerata a favore di una concenzione autoritaria del potere. Una nuova Costituzione deve garantire la libertà di espressione, ha sottolineato Fule, facendo riferimento alla “pressione esercitata nei confronti dei media”. Con una nuova Costituzione, ha aggiunto ancora, “lo stato di diritto sarà rafforzato attraverso un sistema giudiziario più imparziale ed efficace e la Turchia realizzera’ importanti progressi nella risoluzione della questione curda e quelle delle minoranze”. (fonte: ASCA-AFP)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*