Cei finanzia costruzione di una università cattolica nel Kurdistan


La Conferenza Episcopale Italiana (Cei) ha stanziato 2.300.000 euro per finanziare la costruzione di un’università cattolica nel Kurdistan iracheno. Lo hanno deciso i presuli riuniti in questi giorni ad Assisi per la loro Assemblea straordinaria…….. «Questo finanziamento — ha detto il vescovo segretario generale, mons. Nunzio Galantino — si aggiunge al milione di euro già inviato alle diocesi caldee che hanno accolto i profughi». Nel corso dell’Assemblea, dedicata alla vita e alla formazione permanente dei presbiteri, i presuli hanno anche eletto vicepresidente per il Centro Italia mons. Mario Meini, vescovo di Fiesole, e presidente di Caritas Italiana l’arcivescovo di Trento, Luigi Bressan.
La giornata di martedì, è stata segnata soprattutto dalla testimonianza dell’arcivescovo di Erbil dei caldei, Bashar Matti Warda. «Grazie per le preghiere, per la carità, per farci sentire che la Chiesa italiana è per noi come la nostra Chiesa madre, che ci è stata molto vicina in questi momenti di persecuzioni», ha detto il presule iracheno. È «la prima volta che una Chiesa grida per difendere i nostri diritti» ha sottolineato aggiungendo: «Vi prego, per favore, continuate questo grido perché i nostri cristiani perseguitati non si sentano anche dimenticati».
L’intervento del vescovo caldeo è stato preceduto da un video della Caritas Italiana con le immagini di uno dei 27 Campi profughi del Kurdistan iracheno, dove una delegazione della Cei, guidata da mons. Galantino, si è recata di recente. «L’esperienza in questi mesi ci ha insegnato a mettere da parte i nostri programmi pastorali per essere accanto ai nostri profughi», ha detto il presule caldeo ricordando che nell’agosto scorso sono stati accolti 120.000 profughi in un solo giorno. (R.P.)

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*