Ancora sangue in Iraq


Panoramakurdo
– Ancora sangue in Iraq. Sono almeno 61 i morti e oltre 250 i feriti in una serie di attentati in Iraq. Le esplosioni, apparentemente tutte coordinate, sono avvvenute in sette diverse città, per la maggior parte contro stazioni della polizia irachena.

A Baghdad un kamikaze si è lanciato con un’autobomba contro stazione di polizia, facendo 15 morti e 58 feriti. L’attacco suicida è avvenuto nel quartiere di Al-Qahira, nella parte settentrionale della capitale irachena. Anche le case vicine sono rimaste gravemente danneggiate.
Un’altra autobomba è stata fatta esplodere a Kout, città a 160 chilometri a sud est di Baghdad, sempre contro una stazione di polizia. Il bilancio di quest’attentato è di 26 morti e 87 feriti.
Undici le vittime negli altri cinque attacchi.
L’ondata di attacchi arriva a pochi giorni dal giorno in cui è previsto il ritiro delle truppe Usa da combattimento dal Paese. Dal 31 agosto i marines che resteranno in Iraq, 50 mila in tutto, saranno impegnati in operazioni di addestramento e assistenza alle forze di sicurezza locali.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*