Dedichiamo questa poesia della poetessa curda, Kajal Ahmad a festa della Donna 8 Marzo

Quando sono esplosa
come l’orizzonte, i miei capelli
divennero una cintura attorno alla vita della Terra.
Per i poli ghiacciati a sud,
mi sono tramutata in un paio di calze,
per i brividi del Nord, dai fili della mia anima
ho indossato cappelli e turbanti.
La patria era malata per la mia presenza:
voleva strapparmi via come un vecchio cappotto,
ma mi sono appesa alla grazia della sua barba
e dalla terra sono stato gettata tra le braccia dell’universo.
Nel cielo sono diventata una stella
e ora ho il mio posto e la mia passione
e io sono più densa di vita della stessa Terra. “

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*