Il castello di Dimdim. Epopea curda

Descrizione – Un poema epico in prosa per dare voce a un popolo dimenticato, una leggenda che viene ritenuta patrimonio culturale del popolo curdo. Il castello di Dimdim intorno alla metà del XVII secolo ha sviluppato una civiltà ricca di attività artistiche ed economiche, basandosi sulla buona organizzazione sociale alla cui guida sta il principe illuminato Khano. La comunità curda suscita però le attenzioni del re dei turchi ad occidente e dello scià di Persia a oriente; dopo numerose battaglie per la difesa del territorio la comunità curda deve cedere alla predominanza numerica dei persiani. La sconfitta rappresenta anche l’annientamento della civiltà cresciuta attorno alla tribù di Khano, nonché la tragica fine di una storia d’amore….

Un poema epico in prosa per dare voce a un popolo dimenticato, una leggenda che viene ritenuta patrimonio culturale del popolo curdo. Il castello di Dimdim intorno alla metà del XVII secolo ha sviluppato una civiltà ricca di attività artistiche ed economiche, basandosi sulla buona organizzazione sociale alla cui guida sta il principe illuminato Khano. La comunità curda suscita però le attenzioni del re dei turchi ad occidente e dello scià di Persia a oriente; dopo numerose battaglie per la difesa del territorio la comunità curda deve cedere alla predominanza numerica dei persiani. La sconfitta rappresenta anche l’annientamento della civiltà cresciuta attorno alla tribù di Khano, nonché la tragica fine di una storia d’amore.

Traduttore: S. A. Surme

Curatore: E. Forlani
Editore: Aiep
Collana: Melting Pot
Anno edizione:1999
In commercio dal:01/08/2004
Pagine:248 p.
  • EAN: 9788886051682

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*