Iran: Attivista curdo per i Diritti Umani impiccato


Ieri 6/01/2010, alle ore 6.00, all’alba, il prigioniero Curdo sig. Fassih Yassameni, è stato impiccato,  nonostante gli sforzi dei famigliari, le forze di SAVAMA, in persiano (Sazamneh ettila’at amniyat-e-mihan)hanno annunciato che  non consegnano la salma di  Fassih,  ai suoi famigliari, e  che l’annuncio della località di sepoltura sarà comunicato tra sei mesi. Fassih Yassamani, nato nel 1960, nel villaggio di Hendevaneh, nella frazione della città di Khoy nell’Azerbaigian ovest.
Accusato dal  ministero delle informazioni.
Il reato: appartenente e collaboratore di un partito  Curdo”Pejak”.
Un anno fa era stato condannato a morte in sua assenza in tribunale  di Khoy, e poi confermato dal  tribunale della regionale dell’Azerbaigian del Ovest.
Dopo Ehssan Fatahian, egli è il secondo prigioniero che viene impiccato nella prigione di Sanandaj. i famigliari dei prigionieri Curdi vivono in un’angoscia cresente e paura di perdere i loro cari.
Attualmente ci sono altri 17 prigionieri Curdi .

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*