Il leader dell’opposizione iraniana: «Nel nostro Paese c’è la dittatura»


Panoramakurdo-
TEHERAN :- La rivoluzione iraniana ha fallito e ora il regime iraniano «mostra le radici della tirannia e della dittatura» che segnò l’epoca dello scià. È il duro giudizio del leader dell’opposizione, Mir Hossein Moussavi nei giorni del 31mo anniversario del ritorno dell’ayatollah Khomeini dall’esilio. Mir Hossein Mussavi, leader dell’opposizione in Iran, paragona il presidente Mahmud Ahmadinejad al deposto Scià Pahlevi in un’intervista al suo sito, Kaleme, in occasione del 31/o anniversario della rivoluzione.

Ricordando che Ahmadinejad definì l’estate scorsa «polvere e sterpaglia» i manifestanti scesi nelle piazze per protestare contro i risultati delle elezioni che lo vedevano rieletto, Mussavi ha affermato: «Quella interpretazione dell’Islam che definisce la gente “polvere e sterpaglia” e crea divisioni tra il popolo è influenzata dalla cultura della monarchia». «Oggi – ha aggiunto Mussavi – si possono riconoscere le radici e i fattori che sono all’origine della dittatura».
Fonte: La Stampa
 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*